Terno d'Isola

LE ORIGINI

Terno in dialetto locale ‘Terèn’ è stato un villaggio di origini molto antiche come, Ponte S.Pietro, Bonate. Brembate, Calusco e Villa d’Adda. Le origini di Terno, però, erano strettamente intrecciate con caratteristiche geografiche e ambientali di questa zona:

1. si trova al centro dell’Isola bergamasca

2. è una zona ricca di acqua, per la presenza di due torrenti, il Buliga e il Grandone

3. si trova o meglio si trovava immerso tra boschi, campi verdi e brughiera, ambienti ideali per creare piccoli villaggi.

4. ma in particolare si trovava in ottima posizione, vicino al fiume Adda e a sentieri molto trafficati:uno era la ‘Carbonera’ che partiva da Marne nei pressi di un passaggio sul fiume Brembo, dove si trovano ancora oggi i resti di un misterioso ponte ,il ponte Corvo, quindi il sentiero attraversava la zona di Terno per salire verso il Monte Canto e raggiungeva l’antico sentiero che collegava Bergamo con Como, probabilmente questo percorso da Marne o Brembate continuava poi fino alla etrusca Mantva (Mantova) da cui passavano i grandi commerci diretti a Como e ai passi alpini per il centro Europa.

5. successinamente in epoca romana si formarono altri itinerari, come quello da Milano verso Canonica e da qui a Bergamo; da Canonica saliva un’altra strada che arrivava a Brembate Sotto che continuava lungo il fiume per Ponte e poi per la Val Brembana. In epoca longobarda, nel primo medioevo, queste zone dell’Isala, assumeranno una importanza sia militare che commerciale, per il controllo dell’Adda, infatti i Longobardi occuparono tutta questa zona costruendo dei centri importanti come, Almenno, Gera d’Adda, S.Tomè, Terno e Cavico.

 

LUOGHI DI INTERESSE

La torre in via Torre a Castagnate

Le ville nobiliari di Terno: Villa Bolis e Villa Mazzoleni Viscardi

Le chiese di S.Vittore e S.Donato