Solza

Solza è un piccolo centro artigianale dell’ Isola Bergamasca. Il paese si è sviluppato con andamento nord-sud lungo l’asse dell’antica strada della rivierasca dell’Adda. Si trova praticamente a picco della sponda più alta e accidentata del corso medio dell’Adda,che qui fa da demarcazione tra le province di Milano, Lecco, Bergamo. Solza è inserito nel Parco naturale Regionale dell’Adda Nord, istituito nel 1986.

La popolazione residente al 31/12/2010 risulta essere di 1948 abitanti.

CENNI STORICI

La derivazione del toponimo è incerta; l'Olivieri tenta l'accostamento della voce solsa» e «solsole» che significa «acque saline». Altri fanno derivare il nome dalla nobile famiglia Solza, discendente dall'imperatore di Germania Enrico.
Il primo documento, datato, è del 1068; il ritrovamento di reperti archeologici nei comuni limitrofi fanno però ritenere che già in epoca romana vi fosse un insediamento abitativo, denominato località Bruha. La notorietà le viene dal suo maggior monumento, il castello medioevale di cui oggi si può ammirare solo una parte. Le origini di questo maniero sono ignote. Il castello di Solza lega il proprio nome al fatto di avere visto la nascita, nel 1395, di Bartolomeo Colleoni, condottiero fra i maggiori dell'Italia del primo '400.

CASTELLO COLLEONI

Il castello Colleoni, famoso per aver dato i natali al famoso condottiero Bartolomeo Colleoni, inaugurato nel luglio 2005 dopo una lunga serie di interventi di recupero e di conservazione, finanziati con contributi Regionali e Provinciali, è attualmente la sede della BIBLIOTECA COMUNALE, del Centro di Documentazione e Studi Colleoneschi e del Centro di Documentazione e Studi sul territorio dell'Isola Bergamasca.
Il Castello comprende inoltre una grande corte, la Sala Consiliare, Sale Conferenze ed espositive che vengono utilizzate per attività istituzionali, per eventi culturali, per manifestazioni e mostre. L'utilizzo delle sale, disciplinato da apposito regolamento, va richiesto in Biblioteca compilando un modulo disponibile anche sul sito www.castellocolleoni.it